Associazione Myamo - FESTIVAL OLISTICO MYAMO

Adria Torino Vicenza Bologna Catania
Vai ai contenuti
L’Ente di Formazione gestito dall’Associazione MYAMO è costituito da counselor e operatori olistici, professionisti della salute e volontari. L’associazione opera sul territorio nazionale ed internazionale per la promozione della salute psicofisica, del benessere globale e il miglioramento della qualità della vita attraverso l’organizzazione e la conduzione di eventi culturali, seminari, corsi professionali, sessioni individuali e la formazione di gruppi di volontariato.

www.myamo.it

Sedi territoriali
Sicilia: Catania, Siracusa, Riposto (Ct). Piemonte: Cuneo, Torino, Val di Susa. Emilia: Bologna. Veneto: Vicenza, Verona, Adria, Porto Tolle (Ro). Lazio: Roma.

MYAMO è iscritto con codice SC 104/105 nell’Elenco Nazionale S.I.A.F. degli Enti Formativi per la qualità della formazione erogata valida per l’inserimento dei propri studenti nel Registro di categoria professionale dei Counselor Olistici e degli Operatori Olistici.
MYAMO è Provider accreditato con codice PV0017/17 da HOLISTICA CEPRAO (Coordinamento Europeo Professionisti della Relazione d’Aiuto e Olistici) per il rilascio di crediti ECP per la Formazione Continua.

I corsi
Dal 2005 sono stati erogati 42 Percorsi di Formazione Professionali per:
Counselor Olistico, eCounselor, Operatore Olistico, Operatore di Massaggio Ayurvedico, Operatore Reiki, Operatore Shiatsu.
Dal 2005 sono stati erogati 620 Corsi di Formazione ad indirizzo olistico monotematici.

Nei corsi Myamo proponiamo metodi e tecniche largamente sperimentati che possono aiutare chiunque a riscoprire in sé la vitalità, la creatività e l’energia per superare i propri limiti, sciogliere le paure e ritrovare salute e benessere psicofisico attraverso l'integrazione di corpo, emozioni, mente, energia. L'insegnamento si avvale di pratiche che provengono dalle antiche discipline orientali e dalle metodologie moderne, permettono di sintonizzare la mente con il corpo, di raggiungere l’armonia con se stessi e l’altro attraverso un linguaggio antico, verbale e non verbale, generando uno stato di benessere che ci accompagna nella vita di tutti i giorni.
I nostri corsi di formazione sono strutturati in fine settimana o in incontri infrasettimanali, prevedono la formazione pratico - esperienziale in aula e la formazione teorica a distanza (FAD), stage formativi e tirocinio. Sono aperti a coloro che si avvicinano per interesse personale o professionale.
Una parte dei corsi è dedicata alla formazione specifica su alcuni aspetti delle dinamiche di relazione tra ricevente ed operatore, alla acquisizione di alcune tecniche per lavorare con la consapevolezza del cambiamento e su alcuni aspetti della comunicazione, al fine di aiutare l’allievo ad imparare come accostarsi con atteggiamento creativo all’ascolto del ricevente esercitandosi ad una comunicazione più intima con se stesso e con l’altro nel rispetto dei ritmi e dei limiti di ciascuno. Si attiva un canale che permette uno scambio di informazioni, un contatto tra due identità diverse che instaurano tra di loro un dialogo sensoriale ai confini del corpo

Metodo formativo
La funzione del corso è quella di co-costruire il percorso di crescita degli allievi sia sul versante delle conoscenze che della maturazione personale e relazionale. Questo compito richiede l’acquisizione di nuove competenze al fine di permettere una comprensione profonda sia sul piano cognitivo che affettivo. Crescere significa infatti stabilire e mantenere percorsi di incontro profondo e autentico. Il corso promuove e offre una formazione che mira a potenziare le abilità degli allievi per aiutarli ad integrare competenze teoriche – legate alla trasmissione dei saperi -  con le adeguate competenze relazionali.
La metodologia utilizzata è pertanto quella pratico – teorico esperienziale che associa alla trasmissione delle conoscenze teoriche la possibilità di favorire la sperimentazione dei contenuti trasmessi. È proprio attraverso l’esperire nuove modalità di comportamento , un diverso sentire e trasmettere i propri vissuti che diventa possibile per gli allievi apprendere un modello più funzionale e al passo coi tempi.
Gli strumenti del dialogo e l’abilità di accompagnare la persona lungo il cammino di crescita sono alla base della metodologia adottata. Ma questo rischierebbe di rimanere un artificio tecnico se non fosse supportato da un adeguato “sentire” della persona.
Per questo motivo la formazione personale è parte fondamentale del piano formativo. Attraverso il lavoro in termini esperienziali e relazionali all’interno del gruppo l’allievo in itinere impara a prendere consapevolezza della propria complessità, a risolvere i propri conflitti ed a comprendere in modo pieno ed empatico l’altro da se.

Didattica
La didattica, nel rispetto dell’antica tradizione orientale, utilizza strumenti e metodi occidentali per favorire l’integrazione delle nuove conoscenze e competenze: Lezioni frontali con l’ausilio di strumenti audiovisivi, pratica extra corso, pratica guidata, tirocinio con e-tutor.  Video didattico corredato di fascicolo illustrato, dispense, mappe, cartine anatomiche.

Relazione operatore – ricevente
La relazione tra operatore e ricevente si configura come il luogo dell’accadere, il rivelarsi di una co-creazione dell’esperienza sostenuta e diretta da una intenzionalità di contatto. Il contatto implica la considerazione della fisiologia nell’esperienza generata dalla concretezza dei sensi. Operatore e ricevente procedono lentamente verso la consapevolezza dei confini e delle differenze tra se e l’altro da sé. In questo modello di relazione l’Io incontra il Tu e la relazione stessa viene vissuta come un processo sostenuto da una eccitazione che attiva una energia avvertita nella fisiologia dell’esperienza di relazione. La relazione operatore ricevente è pertanto vista come un’esperienza reale che nasce ed ha una storia nello spazio che c’è tra  l’operatore e il ricevente. Nella relazione si definisce l’unicità e l’unitarietà dell’esperienza. Sebbene la relazione così definita si fonda sul processo, essa osserva principalmente gli schemi relazionali impliciti con cui la relazione stessa si definisce a  partire dalla respirazione e da tutti i processi corporei di relazione.


FESTIVAL OLISTICO
www.festivalolistico.it        info@festivalolistico.it      339.4315898
Torna ai contenuti